Pedrinho

CALCIOMERCATO LAZIO PEDRINHO – La Lazio avrebbe bisogno di un terzino mancino titolare, anche perché sia Radu sia Kamenovic sono considerati centrali da Sarri, che gli esterni di difesa li vuole invece di spinta. Le esigenze tecniche, però, si scontrano con quelle economiche e con le altre priorità della Lazio che sta nascendo: come riferito dal Corriere della Sera, il portiere (Carnesecchi non rientrerà prima di metà settembre, probabile quindi che ne serva anche un altro per non rimanere solo con il quasi quarantenne Reina) e almeno un difensore centrale, che potrebbero essere due (Romagnoli e Casale) qualora Acerbi alla fine andasse a Milano, dove lo apprezzano sia Inzaghi per l’Inter (che potrebbe perdere Skriniar) che Pioli per il Milan.

Proprio perché in cima alla lista della spesa ci sono da rinforzare altri ruoli, è probabile che a sinistra la scelta ricada su una soluzione low cost: il brasiliano Pedrinho, classe 2002, del Santos, che in queste settimane è in Italia per ottenere il passaporto italiano e che ha il contratto in scadenza a fine dicembre.

Sarri e i tifosi avrebbero preferito uno tra Emerson Palmieri (rientrato al Chelsea dopo il prestito al Lione) e Fabiano Parisi, ma l’italo-brasiliano avrebbe il desiderio di giocare la Champions e ha uno stipendio molto alto (4 milioni), mentre sull’esterno dell’Empoli e della Nazionale Under 21 si sta scatenando un’asta a cui la Lazio, in questo momento, non può partecipare per ovvi motivi. Senza la partenza di un big, il tecnico biancoceleste dovrà accontentarsi di quattro acquisti: a sinistra, anche in caso di partenza di Hysaj, si scommetterà su Pedrinho.

© RIPRODUZIONE RISERVATA