Andrea Belotti

Non solo acquisti per la Roma, ma anche cessioni per sfoltire la rosa. Secondo quanto riferito da La Gazzetta dello Sport, Villar (seguito dal Monza), Diawara (Galatasaray e Hertha Berlino su di lui), Perez, Calafiori (piace a Zurigo, Basilea e ad alcuni club di B), Kluivert (piace a Nizza e Fulham) e anche Veretout devono uscire per assicurare liquidità e un abbassamento del monte ingaggi. Ma la legge del taglione per il momento offre alla Roma spesso la stessa formula: prestito con diritto di riscatto. Quindi pochi risparmi.

Occhio poi alle contingenze. Mourinho non ha portato Perez, Veretout, Shomurodov, Tripi e Volpato. Il primo per un fastidio al quadricipite, ma che nasconde anche la voglia di forzare la mano per andare al Celta in prestito, mentre la Roma vuole monetizzare. Il secondo che ha un fastidio reale all’adduttore, ma con l’arrivo di Wijnaldum può andare al Marsiglia, gli altri per scelta tecnica.

Perché? I due baby potrebbero forse essere utili per riaprire il discorso per Frattesi, mentre un eventuale addio di Shomurodov autorizzerebbe l’ipotesi di una caccia rapida al vice Abraham, con uno fra Muriel e Belotti in corsa. Ma occhio a un dato di fatto: con Darboe operato, Villar e Diawara fuori dai giochi e Veretout in uscita, Wijnaldum serve subito. Perché a centrocampo è quasi emergenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA