Manuel Pellegrini

ULTIME NOTIZIE LUDOGORETS BETIS PELLEGRINI – Manuel Pellegrini, allenatore del Betis Siviglia, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Ludogorets, partita da cui dipende il destino della Roma in Europa League. Queste le sue dichiarazioni:

“Non giocheremo per il pareggio, perché le sconfitte arrivano quando si fanno calcoli. Non è nella nostra mentalità cercare il pareggio, ma se non riusciremo a vincere è meglio pareggiare che perdere. Cercheremo comunque il successo”.

Sul Ludogorets
“Vogliono qualificarsi per il prossimo turno e stanno lottando per il primo posto. È una squadra che ha già battuto la Roma, un rivale difficile da affrontare e con tanti buoni giocatori”.

Sull’obiettivo primo posto
“Volevamo qualificarci; ovviamente, se arrivassimo primi eviteremmo due partite contro formazioni provenienti dalla Champions League. Per questo è importante vincere il girone”.

Sul sogno di vincere l’Europa League
“Non sogno, sono realista penso a ciò che accade nel presente, quindi penso solo al Ludogorets. Poi penseremo al prossimo rivale. Vedremo fin dove possiamo spingerci, siamo ambiziosi ma questo non ci fa perdere il contatto con la realtà e non ci fa dimenticare le differenze che esistono con le altre squadre”.

L’addio di Emery al Villarreal?
“Ci sono diversi punti di vista. Non sono molte le volte in cui un tecnico se ne va, ma c’era una clausola. Non conosco i motivi che hanno portato alla decisione, di sicuro non è stata infranta nessuna clausola del contratto. A me piace adempiere al contratto. Anche io ho una clausola ma devo controllare…”.

Nessuna chiamata da Roma?
“Nessuno mi ha chiamato, né ho avuto contatti con nessuno. Dipende da loro: se vinceranno le loro due partite, si qualificheranno. Non credo che il risultato della nostra partita creerà loro problemi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA