Ruben Buriani

ULTIME NOTIZIE MILA MONZA BURIANI – Ruben Buriani, doppio ex di Monza e Milan, ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport parlando della sfida di campionato tra le due squadre. Queste le sue dichiarazioni:

Vinse lo scudetto ‘79, quello della prima stella: il Milan di oggi potrà aggiungere la seconda?
“Assolutamente sì, questo Milan ha la forza per competere ancora per il titolo. Occhio all’Atalanta che non ha più le coppe europee e che dimostra con i fatti di meritare di stare lassù. E poi il Napoli, in questo momento un meccanismo”.

E gli obiettivi del Monza?
“Può puntare a una salvezza tranquilla, i giocatori che son stati inseriti in estate stanno finalmente trovando condizione e convinzione. E poi ha la forza del club: Berlusconi e Galliani sanno fare calcio, sono dirigenti espertissimi. Il loro lavoro ha portato a un traguardo storico per tutta la Brianza. Il mio Monza aveva sfiorato la A nel’77: ci condannò la sconfitta all’ultima giornata a Modena”.

Pioli sarà l’allenatore che rifarà grande il Milan anche in Europa?
“Riesce a stupirmi ancora, gioca un ottimo calcio, ha formato un gruppo ben amalgamato. E per un obiettivo così non manca molto, la squadra è giovane ma ha già saputo essere competitiva in grandi stadi. Ha fatto vedere il suo marchio, la sua identità, il suo valore. Si capisce che è in evoluzione continua, sempre verso l’alto e senza più paura di cadere”.

Il Monza ha promosso Palladino dopo aver salutato un altro grande ex rossonero, Stroppa.
“Presi Giovanni ad allenare i ragazzi del Milan quando ero un dirigente del settore giovanile. Con una squadra tanto rinnovata forse bisognava dargli più tempo. Ma solo chi è dentro conosce le dinamiche quotidiane e oggi Palladino sta facendo benissimo, mettendo ogni giocatore nelle condizioni di poter rendere al meglio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA