Paolo Maldini

ULTIME NOTIZIE MILAN SALISBURGO MALDINI – Paolo Maldini, direttore dell’area tecnica del Milan, è intervenuto ai microfoni di Prime Video al termine della gara di Champions League contro il Salisburgo. Queste le sue dichiarazioni: “Dobbiamo essere ambiziosi, siamo molto contenti della qualificazione ma dobbiamo ambire a qualcosa di più grande. Bisogna fare sul serio ora”.

Quando c’è stata la svolta?
“Siamo partiti quattro anni fa con questi giocatori, ci siamo posti dei traguardi e questo è l’anno in cui vogliamo stringere dopo aver vinto lo Scudetto per trovare una dimensione europea. Non è facile ma credo che saremo una mina vagante tra le seconde classificate. Siamo contenti, la squadra è giovane ma sta maturando. Probabilmente due anni fa avremmo festeggiato di più”.

Che messaggio è stato il rinnovo di Pioli?
“Credo fosse giusto farlo prima di questa partita perché il mister non è mai stato in discussione. Avremmo comunque rinnovato il suo contratto fino al 2025 anche se fosse andata male”.

Qual è il vostro segreto?
“Sono affamato, mi piace vedere questa cosa nella squadra e nel nostro gruppo di lavoro. Dobbiamo essere lì, lo scudetto vinto è stata la dimostrazione che abbiamo dato tutto per sorpassare l’Inter e lo stesso deve accadere in Champions. Quando mancherà questa cosa faremo più fatica”.

Dove volete arrivare?
“Per noi è un inizio, non si deve mai dimenticare cosa ha rappresentato questo club. Non ci possiamo accontentare di quello che abbiamo fatto fino a oggi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA