Raffaele Palladino

ULTIME NOTIZIE COPPA ITALIA UDINESE MONZA PALLADINO – Raffaele Palladino, allenatore del Monza, ha commentato la vittoria dei brianzoli contro l’Udinese in Coppa Italia per 3-2. Queste le sue dichiarazioni a Mediaset:

“Sono felicissimo per questi ragazzi. In questo periodo si sono impegnati al 100%, sono stati a disposizione e oggi mi hanno fatto emozionare. Si meritavano questa soddisfazione, hanno dato tutto contro una squadra molto forte. IN questo periodo non li ho utilizzati tanto e gli dicevo, a Monzello, che la loro occasione sarebbe arrivata. Oggi è arrivata e questa risposta per me è una grande soddisfazione. Posso contare su un gruppo di ragazzi fantastici, hanno fatto festa a fine partita, si meritano tutto questo”.

Petagna ha raccontato di aver vissuto un periodo difficile, in cui è stato criticato.
“Andrea è un grande professionista, ragazzo serio, introverso. In questo periodo, da quando sono arrivato, il secondo giorno lui ha avuto questo piccolo infortuni che l’ha tenuto un po’ fermo. Ma lui ci tiene tanto, sa che le aspettative sono alte. Gli ho detto di tener duro e sono sicuro che ci saranno tante altre occasioni per lui. Ha bisogno solo di tempo, di rimettersi in forma, io lo sto aiutando, l’ho coccolato e gli ho detto che deve rispondere quando entra in campo. Stasera l’ha fatto al meglio e sono contento”.

Sulle tante riserve utilizzate.
“Questi sono ragazzi che, oltre al valore tecnico, hanno il valore umano. Quando non sono stati chiamati in causa in questo periodo si sono comportati in maniera impeccabile. Io sentivo nell’aria qualcosa di magico, l’ho voluto trasferire a loro e loro hanno lottato su ogni pallone. Credetemi, l’Udinese è fortissima, sembrava potesse far male da un momento all’altro. Ma questi ragazzi hanno lottato e hanno meritato”.

Quali limiti per questo Monza?
“Ho sempre detto che ho un gruppo di ragazzi di grande qualità. Questa squadra è stata formata dalla proprietà, da Galliani, da Antonelli e Modesto dei calciatori di qualità. Potrei citarne tanti, ma ci tengo a dire che ho una squadra di qualità. Venire qui e fare questa prestazione, avere palle gol e vincere ti dà consapevolezza. Ma dobbiamo rimanere umili, non abbiamo fatto ancora niente. Ora pensiamo al Milan e proveremo a fare una grande prestazione”:

© RIPRODUZIONE RISERVATA