Luciano Spalletti

ULTIME NOTIZIE NAPOLI AJAX SPALLETTI CHAMPIONS LEAGUE – Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, ha commentato ai microfoni di Sky Sport la vittoria degli azzurri sull’Ajax per 4-2 in Champions League. Queste le sue dichiarazioni:

“Siamo coinvolti e trascinati. Alleno dei ragazzi che hanno fatto una cosa immensa. Dentro questa qualificazione c’è l’orgoglio di un popolo intero come quello di Napoli, e la loro voglia e determinazione di stare in questa competizione. C’è stata la garra giusta. Se era il Napoli che sognavo? Quello che è fondamentale è avere il coraggio di iniziare sempre l’azione, anche quando sei pressato. La Champions lo ha fatto vedere, anche stasera, che tipo di competizione sia. Nell’unica distrazione, dove volevamo cambiare Anguissa ma non l’abbiamo buttata fuori, l’Ajax ha subito rimesso in piedi la partita. Se abbassi il ritmo e non sei continuo, col palleggio e la qualità arrivano davanti al portiere”.

“Non sapevamo bene a che punto era di condizione, si era allenato poco, era un’incognita – le parole di Spalletti su Osimhen . È stato un po’ capoccione perché ha sempre voluto rubare un metro all’avversario, ed è andato due volte in fuorigioco di tre metri. Dietro ha lavorato per la squadra in fase difensiva perché non è ancora in condizione. Ma io dovevo alzare la squadra per i colpi di testa, senza Anguissa. E serviva la sua gamba”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA