Dejan Stankovic

ULTIME NOTIZIE INTER SAMPDORIA STANKOVIC – Dejan Stankovic, allenatore della Sampdoria, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di San Siro contro l’Inter, per lui dal sapore particolare. Queste le sue dichiarazioni:

“Il mio passato non si può e non si deve cancellare, ho vissuto lì i 10 anni più belli della mia vita, 10 anni di successi. Torno da avversario, questa volta, con la mia Samp. I tifosi nerazzurri mi conoscono, sanno che sono leale e per questo con la mia squadra cercherò di fare il meglio possibile, cercando di organizzati in qualsiasi momento di una partita che sarà durissima. L’Inter sta attraversando un periodo positivo, hanno fiducia e stanno bene mentalmente. Con un grande allenatore come Inzaghi, lui crede nel suo lavoro e lo sta facendo alla grande. Noi possiamo metterli in difficoltà con la pazienza e con l’organizzazione: dobbiamo saper soffrire e rispondere fisicamente ai contrasti dove loro eccellono. Dobbiamo essere perfetti. Paura? Non mi piace questa parola. Può essere solo una gioia giocare a San Siro, con lo stadio pieno, puoi fare solo bene. Devi essere pieno di stimoli e libero di mente”.

Sulla crescita della squadra
“Cerchiamo di migliorare giorno dopo giorno. Mentalmente, tatticamente e fisicamente. Testa bassa e duro lavoro, questo è il nostro motto. Dobbiamo crederci. Giocare a San Siro può essere soltanto una gioia, andando lì con la testa libera. Siamo dieci contro dieci, dobbiamo essere pieni di stimoli e auto confidenza. Se i tifosi ci credono, noi non possiamo fare meno. Ci hanno dimostrato come si lotta, noi lo dobbiamo dimostrare sul campo. Insieme facciamo un bel blocco”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA