Andrea Sottil

ULTIME NOTIZIE UDINESE SOTTIL – Andrea Sottil, allenatore dell’Udinese, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato contro la Lazio. Queste le sue dichiarazioni:

Sul campionato dell’Udinese.
Penso che stiamo facendo veramente bene, sono molto soddisfatto dei miglioramenti. Siamo cresciuti molto, oggi abbiamo un’identità ben precisa e una mentalità acquisita dopo grandi prestazioniAbbiamo fatto un grande risultato in rimonta contro l’Atalanta e veniamo da una settimana di grande lavoro, intenso, e siamo pronti per questa partita“.

Sui 13 punti da situazioni di svantaggio.
Un dato molto importanteFa piacere, ma dobbiamo anche andare sopra, non sempre sotto nel punteggio. Questa squadra non molla mai, continua a giocare pensando a fare gol ed essere incisiva, ma non è sempre facile rimontare. Sappiamo che dobbiamo essere più concentrati ed evitare di prendere determinati gol. Dobbiamo cercare di andare avanti noi e gestire la partita, giocando per segnare e non difendendo, ma con un’altra prospettiva della gara. Dobbiamo essere sempre compatti, corti, darci copertura, sono le nostre fondamenta nella fase difendente insieme a un grande sacrificio“.

Sulla Lazio.
Una squadra forte, con numeri offensivi importanti grazie ai suoi attaccanti veloci e che gioca un calcio propositivo, portando tanti uomini in avanti quando attacca. Dovremo essere bravi a ribaltare le azioni e far loro male nei punti che secondo me la Lazio può soffrireÈ una partita molto stimolante. I biancocelesti hanno un collettivo molto competitivo e all’interno dei giocatori leaderMilinkovic-Savic è un centrocampista di grande livello, con ottime capacità di inserimento. Davanti hanno Immobile, un attaccante moderno che sa calciare bene con entrambi i piedi. Dobbiamo stare concentrati, ma arriviamo determinati a questa partitaL’Udinese dovrà giocare con grande lucidità, con la testa attaccata al corpo. Siamo in un gran momento, incontriamo una squadra forte ma consapevoli di avere le qualità per far male“.

Su Deulofeu.
Lo vedo tutti i giorni, non avevo nessun dubbio che avrebbe segnato. Ci sta che avesse voglia di fare gol, però era soddisfattissimo e dentro il progetto anche prima. È arrivato il gol contro l’Atalanta e sono sicuro ne arriveranno tanti altri. È frutto del collettivo, di questa coesione che si sta consolidando tra i ragazzi“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA