Milan Skriniar

CALCIOMERCATO INTER SKRINIAR RINNOVO – L’attesa è grande, come la fiducia di Beppe Marotta, deciso ad avere il sì di Milan Skriniar per il rinnovo di un contratto pericolosamente in bilico. Come riferisce La Gazzetta dello Sport, i vertici nerazzurri incontreranno oggi i rappresentanti del difensore slovacco che in estate è stato a lungo nel mirino del Psg.

L’ottimismo dell’a.d. interista è emerso nel pre partita televisivo. Ed escludendo che la firma sia legata al passaggio agli ottavi: “No, sono due cose distinte. L’obbligo di sederci per negoziare è in primis perché lo merita e comunque perché è un professionista. Speriamo possa diventare un punto di riferimento per il presente e per il futuro. È chiaro che le trattative si fanno in due e le decisioni si prendono in due. Io sono ottimista di natura, spero si possa arrivare quanto prima al prolungamento, importante per noi e per tutti”.

Sarà interessante capire come i rappresentanti di Skriniar accoglieranno la proposta al rialzo del presidente Zhang e di Marotta e Ausilio. Ora lo slovacco guadagna 3,8 milioni di euro, mentre il tetto degli ingaggi interisti è a quota 6,5. L’idea interista è di allineare l’ingaggio del centrale slovacco a quello che percepisce Lautaro Martinez, il primo dei big con cui l’Inter nella scorsa stagione ha raggiunto l’intesa per l’adeguamento contrattuale, seguito poi da Barella e Brozovic, gli altri pilastri del progetto futuro nerazzurro.

Ovviamente Marotta si augura una fumata bianca in tempi rapidi. Ma è chiaro il rischio di pericolose riflessioni, che l’Inter spera comunque di poter scongiurare. Ma il club di Zhang deve comunque prepararsi ad ogni evenienza, anche se Skriniar restasse a disposizione di Inzaghi anche dopo la chiusura del mercato di gennaio.

Anche per questo motivo il d.s. Piero Ausilio si sta guardando intorno. È stato da poco in Spagna per assistere a Siviglia-Valencia. Nel mirino il valenciano Diakhaby a scadenza di contratto, ma ha ben impressionato anche il ventenne francese Tanguy Niamzou, ex Psg e Bayern: costa già abbastanza. Invece sul fronte italiano sta prendendo corpo l’interesse per il centrale brasiliano dell’Udinese, Rodrigo Becao. A 26 anni ha già maturato un’esperienza triennale nel nostro campionato ed è partito con un rendimento eccellente; 9 gare, 1 gol e 1 assist. Ora è fermo per infortunio, ma soprattutto ha il contratto in scadenza nel 2024 e non intende fermarsi a lungo in Friuli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA