Massimiliano Allegri

ULTIME NOTIZIE JUVENTUS RITIRO ALLEGRI – Alla Juventus il gelo è calato sulla Continassa. A essersi raffreddato è piuttosto il rapporto tra Massimiliano Allegri e la squadra, se mai si può ipotizzare sia stato caldo in precedenza. Come riferisce La Gazzetta dello Sport, la decisione presa dall’allenatore, di concerto con la società, di mandare tutti in ritiro dopo la brutta caduta di Haifa non è stata gradita dai calciatori. Alla Juventus il gelo è calato sulla Continassa. A essersi raffreddato è piuttosto il rapporto tra Massimiliano Allegri e la squadra

Tra i giocatori bianconeri, però, la perplessità pare diffusa, e non solo per una questione di convenienza. Quasi tutti giudicano il ritiro una misura inutile al fine di risolvere una crisi che perdura a tutti gli effetti da inizio stagione, mentre alcuni guardano al provvedimento come una mera punizione. Di sicuro il malumore generale ha fatto sì che la squadra abbia chiesto e ottenuto di non fermarsi alla Continassa mercoledì sera, dopo essere tornata da Israele. Così, il ritiro è partito ufficialmente ieri, con gli infortunati, eccellenti e non, esentati.

Allegri parlerebbe troppo poco con i suoi calciatori. Con conseguenze di vario tipo. La prima e più importante: confusione in campo. I difensori sembrano non saper cosa fare in impostazione, i centrocampisti tendono a nascondersi per non assumersi responsabilità in un canovaccio senza un filo conduttore e gli attaccanti lamentano la scarsità di palloni puliti da sfruttare.

Insomma, non ci sarebbe un piano di gioco chiaro. In più, diversi elementi non capiscono le scelte di formazione e, quando vengono esclusi dall’undici titolare, il più delle volte non ricevono spiegazioni nel merito.

Nel mirino dei calciatori ci sono poi gli allenamenti e, in particolare, la preparazione fisica, giudicata da molti vecchia e superata dai tempi. Secondo i giocatori non sarebbe, dunque, con il ritiro che si risolvono i problemi, ma con un cambio radicale nell’approccio e nel lavoro quotidiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA