Moise Kean, Dusan Vlahovic

ULTIME NOTIZIE JUVENTUS KEAN – Moise Kean si traveste da Dusan Vlahovic per una serata. E se fosse la volta buona per l’azzurro? Un gol, seppur pesante, è ancora troppo poco per far stappare lo champagne al d.s. juventino Federico Cherubini. Serviranno altre conferme. Intanto, però, i segnali positivi raccolti contro l’Empoli (gol che sblocca subito la gara, poi chiusa nella ripresa da Mckennie e dalla doppietta di Rabiot) si aggiungono agli indizi incoraggianti degli allenamenti dell’ultimo periodo.

Come riferisce La Gazzetta dello Sport, la sensazione è che Moise voglia provare a tenersi stretta quella che considera più che una maglia. Atteggiamenti e comportamenti sono anche più importanti delle reti nel caso del 22enne attaccante italiano. Già, perché Kean, fin da ragazzino, la porta l’ha sempre vista benissimo. Ieri, dopo l’occasione divorata nel derby, l’azzurro si è riscattato con gli interessi. Il gol sblocca partita, un altro sfiorato di testa e uno annullato per fuorigioco. Abbracciato dai compagni e coccolato dai tifosi all’uscita dal campo.

Magari Kean non partirà titolare, martedì in Champions, ma sarà una carta importante. Moise, con il gol all’Empoli, si è tolto un peso e ha scaricato la frustrazione per un’avventura bis alla Juventus che non sta andando come se la era immaginata nell’agosto 2021 quando, dopo l’addio di Cristiano Ronaldo, ha salutato l’Everton per riabbracciare il club in cui è cresciuto da bambino e che ama di più.

Kean ha sprecato tante possibilità, anche nell’Italia, ma ieri notte saranno stati in molti, negli ambienti bianconeri, ad avere lo stesso pensiero: che sia la volta buona? Il primo ad augurarselo è Allegri, che ha rinnovato i complimenti a Moise a fine gara. Incrocia le dita anche il d.s. Cherubini, che spera ancora in un rilancio del suo ragazzo dei record dei tempi delle giovanili per evitare una cessione estiva tutt’altro che semplice. A giugno terminerà il prestito biennale di Kean e alla Continassa dovranno versare più di 30 milioni all’Everton per il riscatto. Una cifra altissima per il Moise visto negli ultimi 14 mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA