Pedro

ULTIME NOTIZIE LAZIO STURM GRAZ PEDRO EUROPA LEAGUEPedro, attaccante della Lazio, ha parlato subito dopo la partita contro lo Sturm Graz, finita 2-2, rammaricandosi per il risultato. Questo quanto sottolineato dal Corriere dello Sport:

“L’arbitro ha condizionato la partita, soprattutto il secondo tempo. Ha deciso così. Non so se fosse espulsione o meno. Il risultato non ci soddisfa, avevamo iniziato bene facendo il nostro solito gioco”.

Il suo gol una gioia enorme cancellata dal 2-2: “Un vero peccato, non ci voleva l’espulsione, giocare tutta la ripresa con uno in meno è stato veramente complicato. Abbiamo lottato e combattuto fino alla fine, eravamo riusciti a segnare di nuovo, il pareggio purtroppo non ci serve tanto. Non me lo aspettavo un gruppo così difficile, sono sincero. Non conoscevo lo Sturm Graz, non è male, giocano bene e hanno alcuni calciatori molto veloci. Dobbiamo vincere le ultime due se vogliamo andare avanti in Europa”. 

I miglioramenti della Lazio sono stati evidenti anche ieri sera: “Molti giocatori hanno capito meglio Sarri, come si gioca la palla e come si pressa alto. Abbiamo tanti che possono giocare, non si nota la differenza coi titolari come l’anno scorso. È un aspetto positivo. Abbiamo avuto tante occasioni, poi il rosso ha condizionato tutto, è diventato difficile prendere la palla, dispiace per il secondo gol incassato”.

Poteva segnare già nel primo tempo: “Ho visto il portiere al centro, c’erano tanti difensori sulla linea. Ho pensato fosse meglio metterla in alto. Purtroppo il pallone ha colpito la traversa”.

Pedro ha ribadito la stima per Sarri: “Un tecnico che vuole giocare sempre la palla e andare avanti facendo un bel calcio. Per me sono cose imprescindibili, nella mia carriera ho avuto solo allenatori così. Mi trovo bene con lui, è intelligente e ha carattere, lo dimostra in panchina e in allenamento. Ci ascolta molto, vuole il bene della squadra”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA