Giacomo Raspadori

ULTIME NOTIZIE NAPOLI RANGERS – Da 18 anni nessuna italiana in Champions è riuscita a infilare 5 successi di fila in avvio girone, ma anche perché il pokerissimo consentirebbe di blindare un primo posto importantissimo per il cammino in Europa, oltre che per aspetti economici che poi spiegheremo meglio.

Come riferisce La Gazzetta dello Sport, battere stasera al Maradona i Rangers significa che a 15 punti la certezza della vittoria del gruppo potrebbe arrivare anche in serata, se il Liverpool non vincesse ad Amsterdam, con l’Ajax che insegue quanto meno un posto in Europa League. E comunque se la squadra di Klopp vincerà anche, al Napoli nella sfida di Anfield in programma il primo di novembre, basterà anche perdere con due gol di scarto e persino 3-0 mantenendo comunque il primo posto, per via degli scontri diretti.

Un primo posto che risparmierebbe agli azzurri nel sorteggio degli ottavi le maggiori big europee, più o meno sicure di vincere il proprio girone, visto che chi arriva primo viene sorteggiato contro una seconda. A dire il vero nell’unica volta che al Napoli riuscì di vincere il girone, nella stagione 2016-17, non è che andò bene. Visto che beccò come seconda quel Real Madrid appena preso da Zidane (dopo l’esonero nel gennaio 2017 di Benitez) e che con un doppio 3-1 superò gli azzurri lanciandosi verso la conquista della prima di tre Champions vinte dal francese come allenatore.

Le prime due inglesi si sono garantite ieri sera il primo posto: Manchester City e Chelsea. Al Bayern Monaco basterà solo un punto in una delle ultime due gare per garantirselo. Al Real servirà vincere in casa col Celtic, già regolato 3-0 in Scozia, ma i blancos di Ancelotti possono rimanere primi anche perdendo se il Lipsia non vincerà. Considerando che il Barcellona è quasi fuori e il Liverpool agli ottavi il Napoli non potrà incrociarlo, significa evitare tutte le vincitrici del trofeo nell’ultimo decennio. Non male per sperare di poter arrivare ai quarti, dove gli azzurri non si sono mai qualificati. E sarà probabile anche evitare il Psg.

Partendo da una quarantina di milioni di base, con i successi nel girone il Napoli ha toccato i 57 milioni di introiti dalla Uefa, che con la vittoria di stasera e quella probabile del girone lieviteranno tranquillamente oltre i 60 milioni. Significa tenere i conti a posto – e su questo De Laurentiis difficilmente è andato in rosso – ma soprattutto poter programmare il futuro di questa squadra puntellandola ulteriormente con qualche altro buon investimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA