Victor Osimhen

ULTIME NOTIZIE SERIE A NAPOLI – Una forza travolgente, entusiasmante, contagiosa per il Maradona sempre più innamorato di un Napoli senza paura e senza limiti. La decima vittoria stagionale segue altri copioni rispetto alle precedenti. Nel senso che contro il Bologna si sono viste anche pecche difensive e un po’ di stanchezza. Ma la squadra – come riferisce La Gazzetta dello Sport – ha sempre dato il massimo e soprattutto nei momenti di difficoltà non si è mai angosciata, è andata sempre avanti senza paura, anche quando qualcosa dietro non ha funzionato.

C’è un dato che rende più di tutti la forza del gruppo: sette uomini in gol entrando dalla panchina. Nessuno vanta questi numeri nei maggiori campionati del vecchio continente, e se aggiungete le cinque reti dalla panca anche in Champions capirete perché la Banda Spalletti è difficilmente arginabile e continua alla media favolosa di ben tre centri a partita.

Difficile definire panchinaro Victor Osimhen, ma il suo ritorno dopo un mese di infortunio è stato decisamente dirompente. A chi pensava che con Raspadori e Simeone potesse essere un problema di gestione per Spalletti, ecco la risposta dal campo. Il tecnico ha pescato dal cilindro ancora una volta il centravanti che segna.

Osimhen è andato mercoledì subito in rete entrando nel secondo tempo contro l’Ajax, addirittura decisivo con il Bologna pur non essendo fra i titolari. E lo stesso nigeriano spiega le qualità dell’allenatore nel tenere tutti i suoi giocatori sulla corda: “Spalletti mi ha dato la carica giusta quando sono entrato all’intervallo, il resto lo fanno i miei fantastici compagni”.

Per carattere Osimhen è un solista, ma ha parole particolarmente affettuose e di stima per due compagni che fin qui sono stati un enorme valore aggiunto: “Raspadori lo adoro. Non solo perché è un mio compagno di squadra, lo dicevo già quand’era al Sassuolo. È un bravissimo ragazzo e un top player, sono felice della sua crescita perché dà il suo contributo alla squadra e tra noi c’è gran solidarietà, un bel rapporto anche in campo”. Una intesa che potrà creare nuova gioia in questo Napoli che non conosce limiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA